Torna alla home Menu

Musica nei luoghi sacri

Il blog delle bande

10 maggio 2017

MUSICA NEI LUOGHI SACRI

I concerti di maggio

Terza edizione del progetto frutto della collaborazione tra Regione Campania e Curia di Napoli. Quattro concerti in quattro chiese per un programma, curato da Scabec con la Fondazione Fare Chiesa e Città, che fonde l’armonia della musica classica con  la sacralità dei capolavori dei luoghi di culto del Centro Storico

Un fine maggio all’insegna della musica con quattro concerti in quattro chiese cittadine. Anche questa terza edizione di “Musica nei luoghi sacri“, il progetto realizzato con fondi POC, salirà sugli altari per incantare il pubblico attraverso l’armonia creata dalle note. Tutti i concerti sono gratuiti, il pubblico potrà prenotarsi sia per gli appuntamenti musicali sia per le visite guidate che precedono gli spettacoli. Un successo che fonde la sacralità dei capolavori dell’arte napoletana con la magia delle esecuzioni orchestrali di alcuni compositori che hanno fatto la storia della musica. Fondere i generi musicali con gli stili architettonici dei luoghi di culto, visitabili con guide prima di ogni concerto, è ormai la collaudata formula di questo programma che è frutto della collaborazione tra Regione Campania e Curia di Napoli ed è curato dalla Scabec spa con la Fondazione Fare Chiesa e Città.

Serata inaugurale (concerto ore 20 – visita guidata ore 19), mercoledì 24 maggio nella chiesa di San Pietro a Majella (piazza Luigi Miraglia, 393), con l’Associazione Maria Malibran che eseguirà il “Cantate spem vestram”. Un concerto dedicato alla Vergine Maria dove la purezza dell’immagine si riflette nel limpido coro delle voci bianche. Ispirato alla tradizione dei Conservatori come luoghi dove gli orfani venivano formati alla musica e alla vita, il programma musicale della serata  si pone lo scopo di divulgare la magnifica potenzialità espressiva del canto unito alla preghiera attraverso i secoli. Farà da “palcoscenico” la chiesa di San Pietro a Majella il cui convento è dal 1826 sede del prestigioso Conservatorio di Napoli.

Sempre la musica, ma stavolta combinata alla poesia e alla letteratura, sarà la protagonista della performance che l’Associazione culturale Napolinova dedicherà alla Primavera in programma sabato 27 maggio (concerto ore 20 – visita guidata ore 19), nella chiesa di Santa Maria Regina Coeli (vico San Gaudioso, 2). La cupola di questo splendido esempio del Barocco partenopeo nel cuore del Centro Antico simboleggia perfettamente la luminosità della stagione che da sempre ha segnato il risveglio dello spirito. A fare da filo conduttore tra evento e luogo sarà l’esecuzione di brani contemporanei alla edificazione della chiesa.

Il terzo appuntamento di “Musica nei Luoghi sacri” sarà ospitato nella Basilica di San Paolo Maggiore lunedì 29 maggio (piazza San Gaetano, 76), con il Requiem di Karl Jenkins, eseguito da I Cantori di Posillipo (concerto ore 20 – visita guidata ore 19). Caratterizzato dalla sovrapposizione di diversi linguaggi musicali e letterali, lo spettacolo, con un titolo ispirato al Sant’Agostino di “Bellezza tanto antica e così nuova”, si articolerà con momenti all’insegna della filosofia della continuità che tanto è invocata nell’architettura per le nuove chiese, della pittura e dell’arte sacra e più in particolare, dell’interpretazione teologica della fede: sempre identica, eppure sempre espressa nuovamente con i linguaggi che la cultura contemporanea offre.

Finale “regale” per la manifestazione. Martedì 30 maggio, nella Cappella palatina di Palazzo Reale (piazza del Plebiscito, 1), la Nuova Orchestra Alessandro Scarlatti eseguirà “Musiche in Cappella Reale”(concerto ore 20 – visita guidata ore 19).  La splendida volta che rappresentava il luogo di preghiera e raccoglimento per i sovrani, per una sera ospiterà di nuovo la nobile vena di Alessandro Scarlatti. Le musiche del compositore partenopeo torneranno a diffondersi nella sua casa ideale grazie all’Orchestra che ha programmato una selezione musicale e vocale per dare al pubblico l’esempio di una sintesi stilistica tra antica densità polifonica e nuova linearità dell’invenzione melodica. Il programma del concerto, quasi una transizione tra Barocco e Classicismo, simboleggia un perfetto accordo con il prezioso impianto architettonico della Cappella Palatina.

Prenotazione obbligatoria ai numeri 800 600 601 (da fisso) 06 39967650 (da cellulare) dal lunedì alla domenica (ore 9-19).

www.cantasuonaecammina.it, www.scabec.it

Per scaricare il comunicato stampa e il programma generale clicca qui

Per scaricare l’intera cartella stampa con le foto delle chiese clicca qui

Per visitare la sezione dei concerti clicca qui

Per scaricare le foto del concerto “Cantate spem vestram” dell’Associazione Maria Malibran alla chiesa di San Pietro a Majella del 24/5/2017 clicca qui

Per scaricare le foto del concerto “La primavera, risveglio della natura e dello spirito” dell’Associazione Napolinova alla chiesa di Santa Maria Regina Coeli del 27/5/2017 clicca qui

Per scaricare le foto del concerto “Bellezza tanto antica e così nuova” dell’Associazione Musicale I Cantori di Posillipo alla Basilica di San Paolo Maggiore del 29/5/2017 clicca qui

Per scaricare le foto del concerto “Musiche in Cappella Reale” dell’Associazione Nuova Orchestra Alessandro Scarlatti alla Cappella Palatina di Palazzo Reale di Napoli del 30/5/2017 clicca qui

Leggi tutto

Stasera tornano al San Paolo i ragazzi di “Canta, suona e cammina”

28 novembre 2016

I ragazzi delle bande musicali sfileranno stasera allo Stadio San Paolo, poco prima della sfida Napoli-Sassuolo. Gli oltre trecento giovani musicisti rientrano nel progetto di Regione e Curia di Napoli (a cura di Scabec e della Fondazione “Fare Chiesa e Città”) che mette al centro la musica, utilizzandola come strumento di crescita sociale e di promozione culturale. L’iniziativa, a cui collaborano 40 operatori, tra educatori, maestri e parroci, accoglie giovani provenienti da Scampia, Capodimonte, Afragola, Barra, Torre del Greco, Porta Capuana, Pallonetto di Santa Lucia, Quartieri Spagnoli. Ognuno ha imparato a suonare uno strumento musicale e, attraverso il percorso didattico, è entrato in contatto con nuove realtà. Le sette bande, caratterizzate da divise che compongono i colori dell’arcobaleno, si esibiranno nello stadio partenopeo, accompagnate dal cardinale Crescenzio Sepe, padre Adolfo Russo della Fondazione “Fare Chiesa e Città”, il direttore di Scabec Francesca Maciocia ed il consigliere d’amministrazione Nicola Oddati.foto-striscione-bande

Leggi tutto
Centro EsterMaria Ss. del Buon RimedioS. Caterina a FormielloS. Lucia a MareS. Maria del PopoloS. Maria della MisericordiaS. Michele Arcangelo

L’ Inno alla gioia delle bande musicali di “Canta, suona e cammina” per San Gennaro

23 settembre 2016

Gli scrosci di pioggia del 21 settembre non hanno fermato i ragazzi delle bande musicali che hanno riempito il Duomo con la loro allegria e la loro musica. La cattedrale cittadina ha fatto da scenario a “Convenire suonando”, concerto delle bande musicali del progetto “Canta, suona e cammina”, composte da giovani che hanno scoperto e condiviso la passione per la musica e che hanno fatto salire alto tra le navate il loro “Inno alla Gioia”.

Grazie alla collaborazione delle parrocchie e delle associazioni coinvolte, il progetto “Canta, suona e cammina”, è riuscito ad appassionare finora più di 300 ragazzi tra gli 8 e i 15 anni provenienti dalle parrocchie di Santa Caterina a Formiello a Porta Capuana, Santa Maria della Misericordia di Capodimonte, Maria Santissima del Buon Rimedio di Scampia, Santa Lucia a Mare, San Michele Arcangelo di Afragola, zona Salicelle, Santa Maria del Popolo, che raccoglie gli abitanti di Torre del Greco ed Ercolano e il Centro Ester di Barra.

Le performance dei ragazzi sono state applaudite, ta gli altri, dal Cardinale Crescenzio Sepe, da Padre Adolfo Russo responsabile delle attività culturali della Curia di Napoli e presidente della Fondazione Fare Chiesa e Città e da Patrizia Boldoni, presidente della Scabec la società regionale beni culturali che cura da tre anni questo progetto di formazione e crescita culturale attraverso la musica e l’apprendimento di uno strumento da bande, per ragazzi dagli 8 ai 15 anni.

_36A5352 _36A5350 _36A5313 _36A5316 _36A5238 _36A5208 _36A5211 _36A5217 _36A5231 _36A5236 _36A5194 _36A5190 _36A5181 _36A5165 _36A5134 _36A5093 _36A5104 _36A5125 _36A5110 _36A5073 _36A5060 _36A5038 _36A5033 _36A5027 _36A5008 _36A5009 _36A5013 _36A5015 _36A5020 _36A5002 _36A5000 _36A4997 _36A4981 _36A4950 _36A4845 _36A4860 _36A4861 _36A4864 _36A4906 _36A4824 _36A4828 _36A4832 _36A4836 _36A4839 _36A4812 _36A4808 _36A4805

Leggi tutto
Centro EsterMaria Ss. del Buon RimedioS. Caterina a FormielloS. Lucia a MareS. Maria del PopoloS. Maria della MisericordiaS. Michele Arcangelo

“Gennaro, il sangue di un popolo”. Mercoledì 21 settembre due concerti dedicati al Santo degli ultimi

20 settembre 2016

 

Nel carcere di Poggioreale e sul sagrato del Duomo l’ “Inno alla gioia”

Incontrarsi e trovarsi tra i detenuti del carcere di Poggioreale o in mezzo ai ragazzi delle periferie sul Sagrato del Duomo: una giornata particolare, quella di domani, mercoledì 21 settembre, che rispecchia in pieno lo spirito del programma di “Gennaro, il sangue di un popolo” dedicato al protettore degli ultimi che sta caratterizzando le celebrazioni che la città dedica al Santo Patrono.

Due le manifestazioni programmate domani nel calendario di eventi con musica, arte, cultura, sport, spettacolo, solidarietà e fede nei siti simbolici del Santo, realizzato dalla Regione Campania in collaborazione con la Curia di Napoli, a cura della società regionale SCABEC e della Fondazione Fare Chiesa e Città, che fa da corollario alle celebrazioni liturgiche dedicate al Santo Patrono della città di Napoli.

Alle ore 10, nella casa circondariale di Poggioreale, si terrà il concerto di Pietro Quirino e il Quartetto Calace con musiche su Napoli, la sua storia, le sue canzoni e la sua devozione per il Martire. Un sorriso per ricominciare” è il titolo dello spettacolo in un luogo dove forse è più simbolica e sentita la presenza del protettore degli ultimi.

Il concerto che si terrà domattina a Poggioreale, alla presenza di sua eminenza Cardinale Crescenzio Sepe, sarà poi programmato anche nella casa circondariale femminile di Pozzuoli nel prossimo mese di ottobre.

Alle ore 19, sul sagrato del Duomo, va in scena “Convenire suonando”, concerto delle bande musicali del progetto “Canta, suona e cammina”, composte da giovani che hanno scoperto e condiviso la passione per la musica. Sarà un “Inno alla Gioia” che risuonerà alto con una festa di suoni e colori grazie ai 300 ragazzi diretti dal maestro Eugenio Ottieri.

Grazie alla collaborazione delle parrocchie e delle associazioni coinvolte, il progetto è riuscito ad appassionare finora più di 300 ragazzi tra gli 8 e i 15 anni provenienti dalle parrocchie di Santa Caterina a Formiello a Porta Capuana, Santa Maria della Misericordia di Capodimonte, Maria Santissima del Buon Rimedio di Scampia, Santa Lucia a Mare, San Michele Arcangelo di Afragola, zona Salicelle, Santa Maria del Popolo, che raccoglie gli abitanti di Torre del Greco ed Ercolano e il Centro Ester di Barra.

Ufficio Stampa Scabec

ufficiostampa@scabec.it

_36A4712

_36A4709 _36A4756 _36A4794 _36A4798 _36A4853 _36A4885 _36A4891 _36A4968

Leggi tutto